Home page | Contatti E-mail
Informa Scuole  
Assessorato alla Pubblica Istruzione, problematiche sportive e commercio
Assessorato alla Formazione professionale, Politiche attive per il lavoro
Servizio Sistema Informativo e Statistico
 
MENU' PRINCIPALE  
  Il progetto "Dopo che fare?"
  Guida alla consultazione
  Obbligo Scolastico e Obbligo Formativo
  Offerta Formativa delle Scuole Superiori
  Offerta formativa della Formazione Professionale
  Apprendistato
  Indirizzi utili
 
IL PROGETTO "DOPO CHE FARE?"

Dopo diverse edizioni su carta, la guida "Dopo che fare?" ritorna quest'anno in una veste informatica, "on line" e su CD Rom.

L'obiettivo
L'obiettivo di "Dopo che fare?" resta quello di sostenere gli studenti nella scelta dopo la terza media e dopo l'obbligo scolastico, fornendo strumenti informativi e indicazioni utili per orientarsi nell'ampia gamma di opportunità di apprendimento e formazione che il territorio provinciale offre. "Dopo che fare?" è stato perciò pensato sia per una fruizione individuale, da parte di ragazzi e famiglie, sia per essere utilizzato all'interno di percorsi strutturati di orientamento ed educazione alla scelta, attivati da Istituti Scolastici, Centri di Formazione Professionale e Servizi di Orientamento; in tal senso costituisce un utile supporto anche per genitori, docenti e operatori.

I contenuti
Rispetto ai contenuti, questa edizione di "Dopo che fare?" registra tutte le ultime novità che hanno interessato il mondo dell'Istruzione, della Formazione Professionale e del Lavoro. Sono stati aggiornati i dati relativi ai corsi di istruzione secondaria superiore, alle sperimentazioni attivate dagli Istituti, all'offerta extrascolastica, ai corsi di formazione professionale, ecc.

L'obbligo formativo
Fra le tante novità degli ultimi tempi, preme, in particolare, sottolineare l'introduzione del nuovo obbligo formativo, con il quale si stabilisce che ogni giovane, una volta concluso l'obbligo scolastico, rimanga "in formazione" fino al diciottesimo anno d'età, scegliendo fra tre possibili percorsi di apprendimento: scuola, formazione professionale e lavoro. Si tratta di un'evoluzione importantissima del nostro sistema formativo, per almeno tre ordini di ragioni:
a) perché afferma il diritto dei giovani ad entrare nel mondo del lavoro e nell'età adulta con maggiori strumenti personali e professionali
b) perché rafforza l'idea della centralità della persona nei processi di apprendimento, spingendo i diversi sistemi (scuola, formazione professionale e lavoro) a costruire opportunità sempre più integrate e personalizzate; è in questa prospettiva che viene inoltre esplicitata in maniera chiara la parità fra i sistemi dell'istruzione, della formazione e del lavoro;
c) perché allinea il nostro Paese ai sistemi formativi europei.

"Dopo che fare?" raccoglie tali indicazioni e dedica perciò spazio all'illustrazione dei diversi percorsi di apprendimento: i corsi di istruzione secondaria superiore, i corsi di formazione professionale iniziale, l'apprendistato.

Perché uno strumento informatico?
La scelta di realizzare "Dopo che fare?" in versione informatica risponde all'esigenza di fornire a ragazzi, famiglie, docenti e operatori uno strumento di facile accesso, flessibile e, in qualche modo, personalizzabile rispetto a contesti di utilizzo e tipologia di bisogno. "Dopo che fare?", nella versione on line in Internet, ci permetterà inoltre di aggiornare continuamente le informazioni contenute e di offrire nuovi servizi agli utenti. Per favorire l'accesso alle informazioni anche da parte di chi non ha un Personal Computer, è stato realizzato il CD Rom che sarà consultabile presso diversi punti del territorio (Istituti Scolastici, Centri per l'Impiego e la Formazione, Informagiovani, Biblioteche e Comuni).

Ci auguriamo che questo strumento possa essere utile per formulare scelte più consapevoli, nel contesto di un percorso di orientamento che coinvolge studenti, famiglie e Istituti scolastici e che viene sostenuto da tutti i Servizi e le Istituzioni del territorio.

GAMBINI Gloriana
Assessore alla
Formazione professionale, Politiche attive per il lavoro
BORGIANI Roberto
Assessore
Pubblica Istruzione, problematiche sportive e commercio

A cura dell'Uff. Statistica dell' Amministrazione Provinciale di Pesaro-Urbino, via Mazzolari 4 - Tel. 0721.359514